Soccorso e scena del crimine aperta

Una scena del crimine aperta è in un luogo accessibile ai più, per esempio la strada. Quando un crimine avviene sulla pubblica via, a meno che non sia notte fonda o piena estate, di solito il luogo si riempie di gente.

Curiosi, astanti, parenti, amici e, se il crimine fa notizia, anche giornalisti. Le forze dell’ordine, di solito, tentano di delimitare la scena in modo da preservare le prove, garantire alla vittima il soccorso ed evitare il sovraffollamento della scena.

La scena del crimine aperta potrebbe essere anche in mezzo a un campo, in autostrada, in montagna o in mezzo al mare. In sostanza in luoghi che possono essere, di volta in volta, iper affollati o solitari. In entrambi i casi, però, chi ha commesso il crimine potrebbe trovarsi nelle vicinanze oppure potrebbe essersi dileguato.

Se ci sono armi sulla scena del crimine, il soccorritore dovrebbe astenersi dal toccarle o maneggiarle. Se l’arma impedisce il soccorso alla vittima, ove è possibile il soccorritore potrebbe allontanare l’arma con il piede, oppure, senza impugnarla, che sia da fuoco, bianca o impropria, potrebbe limitarsi a spostarla in un luogo che non impedisca il soccorso.

Se il soccorritore si trova nella necessità di spostare un’arma è necessario (non auspicabile o consigliato, ma necessario) che segnali quanto ha fatto e come lo ha fatto alle autorità.

Lascia un commento