crimine e soccorso

Crimine e soccorso: come intervenire sulla scena

Crimine e soccorso non vanno d’accordo.

La scena che preveda il binomio “crimine e soccorso” infatti non è sicura.

Un crimine manifesto, come una sparatoria, prevede l’intervento di altri enti. Le istanze, a questo punto, saranno diverse.

Primo tra tutti la forza pubblica: polizia, carabinieri, polizia locale, più raramente guardia di finanza, corpo forestale dello stato.

Soccorso e crimine: quanti siamo?

E, spesso, sono presenti sul posto anche i vigili del fuoco, fosse anche solo per aprire una porta chiusa o per raggiungere il paziente dall’esterno del palazzo entrando dalle finestre.

In tutto questo, naturalmente, ognuno (inteso come ente e non come singolo) ha il suo obiettivo da raggiungere.

E sono tutti obiettivi diversi. Il soccorritore ha come meta salvare una vita. Le forze dell’ordine mirano invece a proteggere (tutti i civili) e ad assicurare alla giustizia il colpevole.

I vigili del fuoco hanno uno scopo simile a quello dei soccorritori: salvare vite.

Ma il loro modo di raggiungerlo può essere del tutto differente.

Per questo motivo ogni istanza è diversa e il servizio, in questo caso sulla scena del crimine, può rivelarsi altamente complicato.

Anche perché, alla fine di tutto, se crimine c’è stato, è necessario ricordare che la fine del servizio per soccorritori, pompieri e forze dell’ordine intervenute rappresenta l’inizio del lavoro per gli investigatori.

Crimine e soccorso: quando la scena è sicura?

La scena di un crimine è sicura, per i soccorritori, solo se le forze dell’ordine hanno decretato che è sicura.

Se hanno, per esempio, immobilizzato un aggressore che ha sparato. O se i pompieri hanno messo in sicurezza un luogo che, inizialmente, era stato indicato come non sicuro.

La scena spesso appare sicura perché non ci sono motivi di pensare che non lo sia.

Ma le insidie si possono nascondere ovunque.

Il lavoro degli investigatori, naturalmente, riguarda sia scene del crimine manifeste sia nascoste.

Per questo motivo i soccorritori che, spesso, per primi entrano su una scena dovrebbero tenere conto che, a volte, quello che stanno vedendo non è esattamente come sembra.

Lascia un commento